Cristian Riggioni, il bimbo di 7 anni al Bambin Gesù che ha bisogno di sangue: ecco tutta la verità

donazioni sangue cristian riggioni
donazioni sangue cristian riggioni

Sta circolando con discreta insistenza una catena su Facebook che parla di un bimbo di 7 anni, Cristian Riggioni, ricoverato al Bambin Gesù e bisognoso di trasfusioni di sangue.

Il bambino starebbe lottando contro una brutta malattia e l’invito (vi copiamo comunque il messaggio in basso) è quello di donare del sangue presso la struttura ospedaliera della capitale per “coprire” le intense trasfusioni a cui si sta sottoponendo in questi giorni.

Come spesso accade in questi casi è fortissimo il sospetto che possa trattarsi di una bufala: spesso si gioca su temi delicatissimi per far circolare queste catene che, col passare del tempo, perdono sempre più di credibilità.

Questo il messaggio: “Buona sera a tutti, chiedo un attimo del vostro tempo per chiedervi un grandissimo aiuto, il bambino (di 7anni) , sta lottando contro un brutto, Brutto male, a causa di terapie molto invasive ha urgenza di avere trasfusioni di piastrine, se conoscete qualche donatore, vi prego, mandatelo al banbin Gesù del Gianicolo, il bimbo si chiama Cristian Riccioni, dovrebbe fare due trasfusioni al giorno, oggi ne ha potuta fare solo una, xche in ospedale nn ne avevano più”.

Eppure il caso di Cristian Riggioni è sembrato da subito diverso, considerati anche i commenti piuttosto specifici su Facebook. Spulciando in rete, grazie all’opera di questo sito, abbiamo potuto appurare che le nostre sensazioni erano giuste.

E’ stato chiamato in causa direttamente il Bambin Gesù di Roma ed è stata confermata la presenza di questo bambino. Non meravigliatevi se per un momento la privacy non è in cima alle priorità, evidentemente la famiglia è stata promotrice della catena su Facebook ed ha quindi tutto l’interesse di sensibilizzare quante più persone possibili.

Allo stesso tempo, però, va sottolineato che al momento nel caso specifico di Cristian Riggioni sembrerebbe che la situazione sia tornata gestibile; allo stesso tempo l’ospedale rinnova l’invito a donare sangue, a prescindere dalla cessata emergenza del piccolo Cristian.

Clicca qui ed entra nel nostro gruppo chiuso su Facebook: resta aggiornato su bufale, chiamate indesiderate, truffe...